Tutto sul mondo dei bambini

Francia, sostanze tossiche nei pannolini: test su 23 campioni


Francia, sostanze tossiche nei pannolini: test su 23 campioni

Con la partecipazione dell’istituto francese dei Consumi e del servizio comune dei laboratori, i test dei 23 campioni hanno riportato 60 sostanze chimiche dannose. Tra questi anche dei profumanti e delle colle con idrocarburi

Sostanze tossiche su pannolini ecologici e normali. È così che viene presentato il rapporto inquietante in Francia dall’Anses (Agenzia per la sicurezza sanitaria dell’alimentazione e dell’Ambiente). Primo al mondo nel suo genere, oltre ai test della rivista dell’associazione consumatori “60 millions des consommateurs”, il documento ha spiegato come sono stati trovati in alcuni pannolini testati, dei profumanti e idrocarburi sopra i limiti. Non solo: nei pannetti testati ci sono anche dei pesticidi quali Lindano, Quintozene ed esaclorobenzene. Queste sostanze sono state vietate nell’Unione europea fin dal 2004. Altra grave sostanza ancora all’interno dei pannolini per bambini è il glifosato. Tale sostanza è inquinante e tossico che, nonostante le mille mobilitazioni europee, sembra ancora ammesso nella fabbricazione dei pannolini. Eppure, anche l’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) l’ha indicato come possibile cancerogeno. I dati raccolti sono a livelli preoccupanti, soprattutto se si pensa che i pannolini sono utilizzati dal 90% delle famiglie dell’Ue fin dagli anni Novanta. Inoltre, tale prodotto, è usato nei primi 3 anni di vita di ogni bambino con una media di circa 4mila pannolini nei primi 3 anni di vita di ogni bambino.

I risultati dei test

Il test condotto tra il 2016 e il 2018 ha visto la cooperazione tra l’Istituto francese dei consumi (Inc) e del Servizio comune dei Laboratori (Scl). Sono stati testati 23 campioni, di cui non si conosce il nome dei marchi di produzione. Con un ritrovamento di circa 60 sostanze chimiche, le parti più inquinate sono le colle usate per le chiusure laterali, che contengono idrocarburi e profumanti aggiunti dai produttori. «Si tratta di sostanze chimiche pericolose, che possono migrare nelle urine ed entrare in contatto prolungato con la pelle dei bambini e aggredirla. Altre aggiunte intenzionalmente come i profumi, possono procurare allergie cutanee, altre ancora che possono venire da materie prime contaminate», compresa la diossina, tossica e cancerogena ha spiegato nel suo rapporto l’Agenzia per la sicurezza sanitaria di Francia.

Tuttavia, hanno aggiunto che «non esiste alcun dato epidemiologico che permetta di mettere in evidenza un’associazione tra i pannolini indossati ed eventuali effetti sanitari». Eppure, l’Anses sottolinea l’esigenza di una regolamentazione e ha raccomandato ad ogni produttore incriminato di eliminare o ridurre al massimo le sostanze chimiche rilevate. Nel frattempo, durante lo svolgimento dello studio, il governo francese ha incontrato tutte le società. I ministri della Transizione ecologica, della Salute e dell’Economia, hanno concesso 15 giorni ai big dell’industria di settore per presentare «azioni correttive» da mettere in atto. «L’eliminazione di sostanze come i profumi o le materie prime che contengono pesticidi può essere realizzata molto velocemente», ha spiegato Gérard Lasfargues, vicedirettore generale dell’Agenzia per la sicurezza sanitaria francese.

Il Blog di E-Giochiamo è il blog ufficiale del negozio online di vendita giocattoli per bambini e articoli per la scuola e l'ufficio E-Giochiamo.it.

Vuoi aggiungere qualche commento?

Lascia un commento