Tutto sul mondo dei bambini

Giocare a fare le mamme!


mamma e figlia

“Ehi mammina giochiamo a fare le mamme?”

Questo gioco di finzione che tutti i bambini svolgono durante la loro infanzia viene chiamato pretend play. L’attività in questione bisogna considerla molto più che un banale passatempo. Il pretend play è considerato un gioco simbolico di genere imitativo che prepara i nostri figli alla vita da adulti. Un esempio: la bambina che gioca a fare la mamma. La piccola che accudisce il bambolotto preparandogli la pappa, sta provando a comprendere il mondo; cercando cosi di comprendere le figure adulte, in questo caso la madre, che li circondano. Il gioco d’imitazione, che coinvolge ed appassiona tutti i più piccoli, è di grande importanza per tutta l’infanzia dei più piccoli ed è fondamentale per il loro sviluppo nei vari aspetti: intellettuali, emotivi, affettivi e sociali.

Questo tipo di gioco di finzione è ottimo sotto tutti i punti di vista ed andrebbe sostenuto, non solo nell’ambiente domestico come interessante alternativa alla televisione, ma anche nelle scuole di prima infanzia, perfetto per stimolare e aiutare la crescita del bambino in ambito socio/intellettivo. Le sessioni di gioco dei più piccoli diventeranno sempre più articolate, fino a raggiungere quasi la teatralità. Se dopo l’anno e mezzo di vita, la piccola è in grado di tenere in braccio un bambolotto e cullarlo per farlo addormentare, negli anni a venire raffinerà la Sua abilità, finchè non riuscirà a interpretare e creare vere e proprie sessioni di gioco: le bambole comincieranno ad avere nomi propri, prenderà il tea con le sue amiche e le compagne di gioco diventano altrettanti personaggi di una storia.

Grazie a questo tipo di narrazione spontanea che consente ai più piccoli di “tentare” senza pericolo compiti e situazioni da grandi. Ad esempio per il bambino “il supereroe”, si batte per gli amici, potrebbe prendersi in carico delle responsabilità e sacrificarsi per qualcuno. Per la bambina invece la mamma è la figura da riprodurre ed immedesimarsi, poichè vista come eroina della vita. La bimba, infatti, per imitarla al meglio utilizza anche l’ausilio di oggetti come i bambolotti, ad esempio il famoso Cicciobello mille baci. La bambina potra’ immedesimarsi nel ruolo della mamma nel tenero momento delle coccole. Il Cicciobello chiede di poter regalare lunghi e dolci bacini alla sua mammina e interagisce con diversi accessori. Come un vero neonato, cerca di farsi capire dalla sua mammina: quando avrà fame (chiedendo il latte) oppure quando vorrà il ciuccio per addormentarsi. Vostra figlia comincierà da subito a prendersi cura di qualcun’altro, inconsapevole del fatto che le sue azioni di adesso, verranno riprodotte nella sua vita da adulta.

Il mondo fantastico che i bambini creano giocando è sicuramente un mondo immaginario di cui loro sono signori e padroni. Questa realtà immaginaria segue le loro regole, ma è anche un ottimo modo per fargli avvicinare verso la vita futura. Questo mondo in cui loro: provano diversi ruoli, si identificano in qualcun altro (cercando di assumere il punto di vista di quella persona); li aiuta a fare pratica verso la vita dei più grandi, costruendo un loro universo, sempre più assomigliante a quello degli adulti. Ultimo ma non meno importante, il gioco del pretend play migliora e implementa la loro genealità e le fantasie infantili, è un’ottimo allenamento per la mente al problem solving, permette ai bambini di sviluppare metodi di pianificazione ed insegna loro a collaborare e contrattare.

Il Blog di E-Giochiamo è il blog ufficiale del negozio online di vendita giocattoli per bambini e articoli per la scuola e l'ufficio E-Giochiamo.it.

Vuoi aggiungere qualche commento?

Lascia un commento