Tutto sul mondo dei bambini

Samara Challenge: la protesta delle mamme e del Codacons


Samara Challenge: la protesta delle mamme e del Codacons

Il Samara challenge, ennesima sfida del web, sta scatenando molte controversie. Arriva la protesta delle mamme e del Codacons…

Capelli neri molto lunghi, camicia da notte bianca, cadaverica, uscita letteralmente da un film horror. La Samara Challenge impazza in tutta Italia, ed è una nuova competizione estiva completamente inusuale. Al seguito dell’ice bucket challenge e della mr sandman cat challenge, la nuova (e per alcuni divertente) gara consiste nell’aggirarsi di notte travestiti da Samara Morgan, personaggio del film “The Ring”, tra le strade cittadine. L’outfit comprende tunica bianca, parrucca/capelli lunghi calati sul volto, spesso con coltelli finti. Con lo scopo di terrorizzare a morte i passanti.

Il tutto ripreso a distanza da amici per poi esser messo sul web. Sicuramente, un po’ di risate è garantito per chi è dalla parte del fautore dello scherzo, ma non tutti trovano divertente questa nuova challenge. Il fenomeno cominciato in Sicilia, è già stato attuato in moltissime città. Eppure non è sempre è finito con uno spavento e un eco di ilarità. A parte chi è corso via a gambe levate, in altri casi, Samara ha avuto una reazione inaspettata dalle vittime.

Dal Codacons (Romagna) alle mamme in protesta
Per fare esempi, nella capitale, Samara, o per meglio dire una ragazzina travestita da tale, è stata picchiata e presa a calci da adolescenti. Anche in Campania la ragazzina di turno ha ricevuto un pugno in faccia da uno dei malcapitati. In Romagna ha toccato diverse città, ma di tutta risposta il Codacons regionale, attraverso il presidente Carlo Rienzi, ha detto: «Questa nuova moda configura dei veri e propri reati e appare estremamente pericolosa. Si va dal procurato allarme, che spesso queste apparizioni obbligano le forze dell’ordine ad intervenire su richiesta dei cittadini spaventati, alla molestia e alla violenza privata. Passando per il blocco stradale laddove si creino problemi di traffico a seguito degli avvistamenti».

Inoltre, il presidente, ha aggiunto come «chi gira mascherato, rischia di essere aggredito dai passanti e subire serie lesioni fisiche. Per tale motivo il Codacons invita le forze dell’ordine operanti in Emilia Romagna a identificare chi circola travestito da Samara e denunciare i responsabili alla magistratura. Affinché siano perseguiti penalmente per i danni e i pericoli anche potenziali prodotti alla collettività». Il motivo è semplice: uno spavento può costare anche caro non solo ad adulti. Ma soprattutto nei più piccoli, quali i bambini dai 10 anni in su. È il reclamo a cui stanno dando voce tutte le mamme termolesi.

Nella zona di Termoli, infatti, molte mamme hanno contestato: «Fate attenzione, Samara Challenge, può trasformarsi in un gioco pericoloso», ha scritto Simona. Rossana si è aggregata al coro e ha scritto: «Mio figlio di solito ha sempre giocato sotto casa tranquillamente. Ma oggi un bimbo di 10 anni, tramite smartphone ha mostrato il video di Samara. Ci ho messo 2 ore a tranquillizzarlo». Dunque, la Samara Challenge, è una pratica che, come si evince, al prezzo di pochi like e apprezzamenti virali della durata di poche ore, può costare più di qualche problema.

Il Blog di E-Giochiamo è il blog ufficiale del negozio online di vendita giocattoli per bambini e articoli per la scuola e l'ufficio E-Giochiamo.it.

ARGOMENTI ARTICOLO:

Vuoi aggiungere qualche commento?

Lascia un commento